Termometro rettale

Termometro rettaleSe già non lo sapevi, uno dei metodi più affidabili per effettuare la misurazione della temperatura corporea è prevede l’utilizzo del termometro rettale. Si tratta di uno strumento estremamente preciso perché il rilevamento della temperatura è meno esposto ad influenze causate da fattori esterni. Se questo tipo di misurazione può essere eseguita abbastanza spesso negli adulti, lo stesso non può essere fatto con i neonati. Nel caso dei bambini, questi termometri vanno utilizzati con moderazione, data la loro natura invasiva.

In questa guida oltre a trovare le recensioni dei migliori termometri rettali in circolazione, scoprirai le differenze con i termometri tradizionali e come utilizzare questi strumenti con i neonati.

Quale termometro rettale è il migliore per prezzo e opinioni?

Chicco Flex Night – per misurare la temperatura anche al buio

Chicco 00007875000000 Termometro Digitale Pediatrico Flex Night
  • Schermo luminoso per una pratica rilevazione della febbre anche di notte
  • Rileva anche la misurazione orale / rettale in 10 sec; mentre ascellare in 60 sec; seguendo le...
  • Punta flessibile
  • Schermo luminoso per una pratica rilevazione della febbre anche di notte
  • Rileva anche la misurazione orale / rettale in 10 sec; mentre ascellare in 60 sec; seguendo le...

Forte di un design originale e altamente funzionale, questo termometro digitale prodotto dalla Chicco si rivela perfetto per effettuare la misurazione rettale della temperatura corporea nei neonati. La rilevazione avviene in appena 10 secondi. È stato progettato per misurare la febbre in qualsiasi condizione di luce, anche quando è completamente buio grazie al display retroilluminato. La sua punta resa flessibile assicura un buon livello di comfort.

Pro

• Display LCD retroilluminato.

• Massimo comfort con la punta flessibile.

Contro

• Suono di fine rilevamento troppo alto.

 

Bébé Confort Termometro flessibile ultrarapido – estremamente morbido al tatto

Bébé Confort 32000141 - Termometro flessibile ultrarapido, Colori assortiti
  • memorizzazione dell'ultima temperatura rilevata
  • risultato immediato:8 secondi per via rettale
  • custodia inclusa

Si tratta di un termometro rettale realizzato in gomma flessibile, un materiale morbidissimo al tatto che assicura un contatto più dolce e più sicuro. È stato prodotto con punta dorata in oro fino e si rivela anche ipoallergenico. Bébé Confort Termometro flessibile garantisce una rilevazione molto rapida della temperatura: sono sufficienti appena 8 secondi per misurare la temperatura rettale. Tra le sue funzioni c’è anche quella di memorizzazione dell’ultima temperatura rilevata. In dotazione c’è una pratica custodia di protezione che permette di riporlo in borsetta e portarlo anche in viaggio.

Pro

• Misurazione in poco tempo.

• Dotato di pratica custodia.

• È uno strumento ipoallergenico.

Contro

• Nessuno.

 

Chicco Digi Baby – preciso ed economico

Offerta
Chicco 6929000000 Termometro Digitale Pediatrico Digi Baby
  • Pratica custodia
  • Segnale acustico di fine misurazione
  • Memoria dell’ultima misurazione effettuata
  • Spegnimento automatico dopo circa 10 minuti
  • Misurazione in °C/°F

Questo termometro firmato Chicco è in grado di misurare la temperatura del bambino in tre diverse modalità, ascellare, orale e rettale in 60 secondi. Si tratta di un modello dotato di Fever Alarm, ossia un sistema che emette un segnale acustico in caso di temperature superiori ai 37,8 °C. Incluso nell’acquisto c’è anche una pratica custodia protettiva con due scomparti che permette di riporre lo strumento dopo ogni uso.

Pro

• Si spegne in modo automatico.

• Segnale acustico di fine misurazione.

• Inclusa anche una comoda custodia.

Contro

• La punta non è flessibile.

 

Pic Solution termometro digitale – rapporto qualità prezzo impareggiabile

Questo termometro risulta essere robusto, compatto e molto preciso. I punti forti sono la facile ed immediata leggibilità, grazie ad un display con ampie cifre che all’accensione mostra l’ultima misurazione fatta. Per effettuare misurare la temperatura rettale, Pic Solution termometro digitale impiega circa un minuto, al termine del quale parte il bip di fine misurazione. Per un corretto utilizzo, bisogna pulire per bene il bulbo con alcol o disinfettante prima e dopo l’uso. Il termometro si spegne da solo dopo circa 12 minuti o immediatamente premendo il pulsante. Viene fornito con robusta custodia plastica rettangolare a prova di caduta.

Pro

• Estrema precisione.

• Ottima visibilità.

Contro

• Tempi di misurazione un po’ lunghi.

 

Omron Eco Temp Basic – poco invasivo e semplice all’uso

Omron Eco Temp Basic, Termometro Digitale per la Misurazione della Temperatura Corporea
  • Per uso orale, ascellare e rettale
  • Indicatore in gradi Celsius e Fahrenheit
  • Punta arrotondata, per un maggior comfort durante la misurazione
  • La mission di OMRON Healthcare è quella di rendere più salutare e confortevole la vita di...
  • Resistente all'acqua

Si tratta di uno dei termometri rettali digitali più affidabili in commercio, esaltato nelle recensioni online per la sua precisone e puntualità nella misurazione. È dotato di una semplice punta rotonda che assicura un uso sicuro per tutti i metodi di misurazione. La temperatura viene riportata sia in gradi Celsius che Fahrenheit. Omron Eco Temp Basic è un prodotto resistente all’acqua e possiede una batteria intercambiabile. La posizione immediata del pulsante On/Off e il design semplice ed elegante rendono questo termometro Omron OMRON un prodotto di alta qualità.

Pro

• Estremamente preciso.

• Poco invasivo.

• Semplice da usare.

Contro

• Il display è un po’ piccolo.

 

La differenza con i termometri classici

Quando si parla di termometri rettali, è necessario spiegare che la temperatura rettale non è uguale a quella percepita in altre zone del corpo, come quella ascellare o frontale. Questo significa che, se in seguito alla misurazione, il termometro riporta 38° non bisogna allarmarsi: infatti per via rettale 38° non corrisponde alla presenza della febbre. È lo stesso principio valido quando si effettua la misurazione ascellare e si registra una temperatura corporea di 37,2°: anche in questo caso non vi è alcuna febbre.

Le tipologie di termometro rettale

Al giorno d’oggi in commercio è possibile trovare due tipologie di termometri rettali: i termometri galinstan, che contengono una lega gelatinosa di gallio, indio e stagno (hanno sostituito quelli a mercurio), ed i termometri digitali. I primi sono economici e affidabili, ma richiedono tempi più lunghi per misurare la temperatura. Ecco perché di solito, tra i due, si preferisce il termometro digitale rettale. Il motivo è piuttosto semplice. Visto e considerato che non sono realizzati in vetro, non si corre alcun rischio in caso di rottura accidentale. Inoltre sempre i termometri digitali sono più veloci nella misurazione e possono fare affidamento su una sonda sottile e delicata, che risulta essere il meno fastidiosa possibile. Un ulteriore vantaggio dei termometri digitali rettali è nella lettura del valore, più semplice ed immediata grazie alla presenza di un display a cristalli liquidi. Nei modelli migliori addirittura lo schermo è retroilluminato in modo da assicurare in ogni ora del giorno un’ottima visibilità.

Come utilizzare un termometro rettale con un neonato

Se ti stai chiedendo come utilizzare il termometro rettale per misurare la temperatura di un neonato, non devi preoccuparti. La procedura non comporta particolari difficoltà:

Pulire e disinfettare il termometro: dopo ogni utilizzo, è fondamentale pulire e disinfettare in modo accurato il termometro, sia prima che dopo. L’igiene è un aspetto da non trascurare. Per disinfettarlo correttamente, è possibile utilizzare semplicemente dell’acqua e del sapone, dopodiché basta strofinarlo per bene aiutandosi con una salviettina imbevuta o con un disinfettante. A questo punto, bisogna solo risciacquarlo per bene.

Tenere saldamente il termometro tra le mani: è molto importante evitare improvvisi movimenti durante la misurazione. La posizione ideale per tenerlo tra le mani è quella di posizionarlo tra indice e medio.

Distendere bene il neonato: prima di utilizzare il termometro, bisogna mantenere disteso l’infante a pancia in su sul letto o in alternativa su una superficie abbastanza rigida. Una volta fatto, è necessario afferrare le caviglie e alzare le gambe.

Lubrificare il bulbo del termometro: prima di essere inserito nella zona rettale, è consigliabile immergere il termometro nella vasellina o nell’olio. In questo modo è possibile rendere più semplice l’inserimento dello strumento ed essere meno invasivo.

Stringere i glutei del neonato: l’ultima fase è quella di mantenere stretti i glutei del piccolo, aspettando il tempo necessario per la misurazione. Questo dipende anche dalla qualità del termometro che si sta utilizzando.

Rimuovere il termometro: una volta che il termometro avrà misurato la temperatura, tramite un “bip” ad operazione conclusa, è possibile estrarre lo strumento e visualizzare i valori riportati sul display.

Quali sono le migliori marche?

Quando si sta acquistando un termometro rettale non si può fare a meno di considerare tra i vari fattori anche la marca. Visto che si tratta di uno strumento che agisce in una zona delicata del corpo, è molto importante propendere per prodotti commercializzati da marchi noti e affidabili. Affidandosi ad un marchio troppo economico, il rischio è quello di avere uno strumento poco preciso, fastidioso e più lento nella misurazione. Tra le migliori marche di termometri rettali rientrano:

Braun: questa azienda tedesca è diventata oggigiorno uno dei marchi più importanti al mondo nel campo degli apparecchi per la salute.

Fairywill: si tratta di marchio che realizza prodotti dall’ottimo rapporto qualità prezzo, semplici da usare ed efficaci.

Chicco: tra le aziende leader nella produzione di accessori per l’infanzia.

Omron: uno dei marchi più affidabili nella realizzazione di apparecchiature di rilevazione.

Conclusione

Tra tutte le temperature, quella rettale è quella meno suscettibile alle variazioni dovute a fattori esterni, quindi meglio rappresentativa della temperatura centrale o basale. Abbiamo visto come i valori rilevati in sede orale ed ascellare risultano rispettivamente inferiori di circa 0,5/1°C. Una volta inserito il termometro, questo andrebbe mantenuto per almeno due o tre minuti. In ogni caso, prima di procedere con la misurazione, è preferibile mantenere il soggetto in condizioni di riposo per una mezzora e disinfettare approfonditamente lo strumento.